SoftMaker logo

SoftMaker Office

SoftMaker Office è pronto per il cloud

Google Drive, OneDrive, Dropbox ecc.: molti utenti usano i servizi cloud per la gestione dei loro documenti e per poterlo fare ovunque si trovino.

SoftMaker Office per Windows, e anche FlexiPDF per Windows, consentono di salvare i documenti nel cloud.

Ma come funziona? In questo articolo spiegheremo come salvare i documenti nel cloud quando si usa SoftMaker Office e/o FlexiPDF.

 


Perché usare il cloud?

Vi sono diverse ragioni per cui è utile usare i servizi cloud. Una delle più importanti è la facilità di accesso ai propri file, indipendentemente da dove ci si trovi e dal dispositivo che si sta utilizzando.

Per impostare SoftMaker Office perché possa sfruttare i servizi cloud sono sufficienti solo pochi passi.

1. Registrarsi presso un fornitore di servizi cloud

Per sfruttare la possibilità di salvare i propri documenti nel cloud è prima necessario creare un account personale presso un fornitore di servizi cloud.

Molti fornitori offrono ai propri clienti uno spazio di memorizzazione gratuito che consente di iniziare a salvare i loro documenti nel cloud. Per i nostri scopi, è sufficiente attivare uno di questi account gratuiti. In questo esempio abbiamo scelto il fornitore di servizi cloud Dropbox. Naturalmente, vi sono altri fornitori (per es. Google Drive o OneDrive) che funzionano altrettanto bene.

2. Installazione dell’app Windows del fornitore di servizi cloud

Per salvare o aprire i file nel cloud da SoftMaker Office o da FlexiPDF è necessario scaricare e installare l’app Windows fornita dal fornitore di servizi cloud. Questa app offre un facile sistema per salvare simultaneamente i dati nel cloud e, localmente, sul proprio PC.

Nel corso dell’installazione dell’app verrà richiesto dove si desidera salvare i file. Selezionare l’opzione Save files locally (Salva i file in locale) per poter accedere ai documenti anche quando la connessione Internet è temporaneamente non disponibile.

3. Condivisione della cartella nel cloud

Tutti i file possono essere salvati in una cartella condivisa del proprio PC e sincronizzarne automaticamente il suo contenuto nel cloud. Le versioni più recenti dei file saranno quindi simultaneamente disponibili sia a livello locale che nel cloud, senza doversi preoccupare di dover avviare una sincronizzazione manuale.

Per farlo è sufficiente selezionare sul proprio PC locale un percorso di memorizzazione per i file condivisi.

Durante l’installazione, facendo clic su Advanced (Avanzate), si avrà la possibilità di definire un percorso personalizzato. Per default, viene impostato il percorso c:\Utenti\[Nome utente]\Dropbox. Dropbox crea una cartella associata a tutti i flag per la condivisione e a tutte le autorizzazioni per caricare i file nel cloud.

4. Modifica dei documenti nel cloud con SoftMaker Office e FlexiPDF

A questo punto aprire, per esempio, TextMaker e selezionare il comando File | Salva come. Quindi, selezionare il percorso di memorizzazione definito al punto 3 precedente.

Fare clic sul pulsante Salva: et voilà, il documento sarà da ora contemporaneamente disponibile sul PC e in Dropbox! Per verificarlo, provare ad aprire lo stesso documento con TextMaker per Android.

Questa procedura consente di salvare i documenti nel cloud e di potervi accedere ovunque ci si trovi. Questa stessa procedura vale anche per PlanMaker, Presentations e FlexiPDF. Provare per credere!

 

Aggiungi commento

Grazie.

Il prodotto è stato aggiunto al carrello.