SoftMaker logo

FlexiPDF

Un sistema veloce per modificare i file PDF

 

A volte i documenti PDF non vengono visualizzati come si desidera che appaiano. La modifica dei file PDF può a volte essere davvero complicata in quanto la formattazione di un documento è stata progettata per una sua corretta visualizzazione e non per modificarlo. Tuttavia, c’è un’applicazione, FlexiPDF, che consente di modificare i documenti PDF con la stessa semplicità di un comune elaboratore di testo.

Sono molte le ragioni che spingono a modificare un file PDF, e tra queste, vi sono i documenti PDF creati da pagine web che, a volte, non appaiono corretti. Le fatture salvate in formato PDF contengono piè di pagina e collegamenti non necessari. Gli articoli on-line salvati per riferimento futuro possono contenere parti di testo nascoste da banner pubblicitari.

Un’altra ragione per modificare un documento PDF potrebbe essere quella di ridurre il numero delle pagine quelle di copertina o rimuovendo capitoli non strettamente necessari. Oppure, la necessità di estrarre un paragrafo da citare all’interno di un documento di Termini e condizioni per un prodotto/servizio. O, anche, l’estrazione di un logo da un documento PDF per inserirlo in una presentazione separata. E, non ultima, la necessità di tradurre un documento fornito solo in formato PDF (situazione realmente accaduta).

Infine, quando si deve correggere un errore di battitura che non si desidera appaia in un documento PDF perfetto senza, però, dover necessariamente accedere al correttore ortografico del programma di desktop publishing per correggerlo. In questi casi la soluzione è un programma per la modifica dei file PDF.

La versione per la gestione delle operazioni basilari è gratuita

FreePDF è un’applicazione Windows per intervenire sui problemi basilari dei file PDF. Proprio come indicato dal suo nome, si tratta di un’applicazione totalmente gratuita; richiede solo di indicare il proprio indirizzo di posta elettronica, di scaricare l’installatore e di attivare l’applicazione con il codice riportato nell’e-mail di conferma che vi verrà inviata.

Con FreePDF si possono eliminare e riorganizzare le pagine, eliminare o spostare altrove all’interno del documento caselle di testo e immagini. Consente di aggiungere a un documento testi o altri elementi grafici (annotazioni, disegni o immagini). Questa applicazione può essere usata per compilare anche moduli interattivi.

La limitazione principale di FreePDF è che non consente di modificare il testo esistente.

Correzione di un errore in un documento PDF

Tuttavia, per la modifica dei testi, FreePDF ha un suo “fratello” commerciale: FlexiPDF. Le sue funzioni aggiuntive consentono di inserire pagine vuote, di attivare il controllo ortografico sui documenti e di tenere traccia delle modifiche apportate alle varie versioni di uno stesso documento PDF. Il programma, inoltre, contiene un’opzione per la ricerca e sostituzione del testo, anche su più file.

Ma l’aspetto più evidente è che FlexiPDF permette di esportare un documento in vari formati. I file PDF possono essere salvati in formato TextMaker, Microsoft Word, HTML ed ePUB (libri digitali). Consente anche di esportare le immagini in formato JPEG, PNG o TIF.

FlexiPDF: estrazione di immagini

Per le lavorazioni più avanzate c’è FlexiPDF Professional

Gli utenti di livello avanzato potrebbero avere necessità di funzioni aggiuntive come la possibilità di confrontare simultaneamente due file PDF in finestre affiancate, aggiungere numeri di pagina progressivi, incorporare filigrane, oppure attivare la numerazione Bates per generare documenti indicizzati. Le caratteristiche specifiche in cui FlexiPDF Professional brilla davvero sono le seguenti.

FlexiPDF Professional contiene un motore per il riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) in grado di convertire un documento PDF digitalizzato come immagine (per esempio una rivista o una fattura) in un documento di testo modificabile. Inoltre, è in grado di farlo anche su testi che sono stati trasformati in oggetti vettoriali. FlexiPDF Professional può anche creare moduli PDF interattivi.

Tra le altre funzionalità aggiuntive vi è la possibilità di oscurare informazioni sensibili per nascondere le informazioni confidenziali di un documento PDF. I traduttori apprezzeranno certamente la possibilità di esportare il contenuto di un documento da tradurre in applicazioni per la traduzione assistita (CAT) come memoQ o SDL Trados.

La tabella comparativa completa delle funzioni disponibili in FreePDF, FlexiPDF e FlexiPDF Professional è disponibile qui.

Come funziona

Il programma di installazione Windows installa l’applicazione e un driver stampante virtuale. Questo significa che in FreePDF e in FlexiPDF si potrà caricare qualsiasi documento, accedere alla finestra di dialogo per la stampa e selezionare la stampante “FlexiPDF” per avviare immediatamente la stampa del file aperto per la modifica.

Con FreePDF si può modificare un documento PDF associando al testo le opportune annotazioni, eliminare i testi, le immagini o le pagine superflue e riorganizzare gli elementi di una pagina come necessario. Al termine, si potrà anche applicare al file PDF una password di protezione per evitare che terzi non autorizzati possano alterare il documento.

FlexiPDF: rimozione di elementi (prima)

Un semplice esempio: questo documento PDF estratto dalla versione on-line di “Time Magazine” contiene un banner pubblicitario sovrapposto in tutte le pagine che nasconde un testo fondamentale. Selezionare lo strumento Oggetto (scelta rapida da tastiera: V) e fare clic sull’elemento che si desidera eliminare. Premere il tasto Canc per verificare di aver selezionato l’oggetto giusto. Se si è erroneamente eliminata una parte del contenuto della pagina sarà sufficiente selezionare il comando Modifica > Annulla (oppure premere i tasti Ctrl+Z), fare clic su un elemento diverso e ripetere l’operazione.

Si può anche tracciare un rettangolo di selezione attorno a più elementi da eliminare. Nel caso in cui siano stati selezionati elementi della pagina che non si desidera realmente eliminare, premere e mantenere premuto il tasto Maiusc e fare clic sull’elemento (o sugli elementi) da conservare. Al termine, premere di nuovo il tasto Canc per eliminare gli elementi selezionati.

FlexiPDF: rimozione di elementi (dopo)

Con FreePDF questa procedura dovrà essere ripetuta su ogni singola pagina contenente l’elemento indesiderato. In FlexiPDF questo processo può essere abbreviato selezionando preventivamente gli elementi da eliminare e, quindi, avviare il comando Modifica > Elimina da più pagine per eliminare contemporaneamente tutti gli elementi selezionati all’interno di un documento.

È però necessario fare attenzione: se l’elemento selezionato è sovrapposto a un altro elemento della pagina, il comando “Elimina da più pagine” potrebbe eliminare anche il contenuto posto sotto l’elemento selezionato che si desidera rimuovere. In questo caso, si dovrà tornare alla versione originale del documento (File > Ripristina versione salvata) e intervenire manualmente sugli elementi da eliminare.

FreePDF può essere usato per modificare ed eliminare pagine o elementi di una pagina, ma non consente di apportare modifiche al testo esistente. Se è necessario avere a disposizione questa funzione, la soluzione è FlexiPDF.

Modifica del testo con FlexiPDF

In molti casi la conversione di file PDF interrompe un testo continuo in blocchi separati e, occasionalmente, suddivide le singole righe di un paragrafo in blocchi di testo separati. E questa è una condizione che potrebbe rendere più problematica la modifica di un testo.

Tuttavia, FlexiPDF è dotato di strumenti che possono risolvere questo problema. Lo strumento “Collega testo” fa sì che il testo scorra da una casella di testo all’altra. Selezionare lo strumento dalla barra degli strumenti, fare clic sulla prima cornice di testo e, quindi, sulle cornici successive. L’ordine delle cornici collegate viene confermato dalla presenza di grandi numeri sequenziali all’interno del blocco di testo. Per modificare la sequenza farvi sopra clic ripetutamente.

Se il testo è suddiviso in linee separate, questo approccio potrebbe richiedere un tempo eccessivo. Ed è proprio qui che entra in gioco la funzione di ricomposizione di una casella di testo. Selezionare lo strumento Modifica testo dalla barra degli strumenti.

FlexiPDF: collega testo (prima)

Tracciare una cornice di testo attorno ai blocchi di testo che si desidera concatenare. Quindi, selezionare dal menu Testo > Casella di testo > Ricostruisci (sistema rapido da tastiera: Ctrl+Maiusc+B). Dopo un momento, le casella di testo separate verranno concatenate in una singola casella di testo modificabile senza, di solito, interferire con la disposizione generale della pagina. Ingegnoso, vero?

FlexiPDF: collega testo (dopo)

Provate! Se non avete ancora scaricato FreePDF, potrete farlo gratuitamente da qui.

Per esigenze più avanzate, prendere in considerazione FlexiPDF, l’editor completo di SoftMaker per la modifica di file PDF. Scaricate gratuitamente la versione di prova.

Aggiungi commento

Grazie.

Il prodotto è stato aggiunto al carrello.